Ubicata sulla sinistra della Valle dell’Adige, all’imbocco della Valle della Fersina
 e ben riconoscibile alle pendici del Calisio, del Celva e della Marzola, la Collina di Trento
 è una scalinata naturale che collega i monti alla città. Pare un teatro antico con la cavea sui pendii e l’orchestra perfettamente collocata sul Doss Trent, focalizzata nel bianco monumento dedicato a Cesare Battisti.
 Lui che definì il Campo Rotaliano “il più bel giardino vitato d’Europa” chissà come descriverebbe oggi i vigneti che lo fissano da mattina a sera.
 Sulla Collina, abitata da millenni, come testimoniano i siti preistorici di Gaban 
e Madonna Bianca, si coltiva la vite da prima dell’arrivo dei romani.
 Trento, austera e bella, con il suo centro restaurato e accogliente come un salotto, nemmeno s’accorge degli splendidi declivi, cangianti al mutare delle stagioni, che le fanno da corona 
e la ingentiliscono con i boschi, le vigne e le montagne.
 Speriamo sappia apprezzare gli eccellenti vini
 che qui nascono. 
Sanròc Bolognani
Gabàn
TEROLDEGO Peterle/Michela Baldessari
 Under the Sky CABERNET SAUVIGNON/Filippi
Man 283
Client 1
Client 2
Client 3
Client 4
Client 5
Client 6