Vini delle Isole Minori

… piantare una vigna è come fare un matrimonio con la terra, che non a caso la Bibbia pone come il primo gesto compiuto da Noè dopo il diluvio. Significa stipulare un’alleanza con un pezzo di terra, affermare che lì, in quel posto preciso, si vuole dimorare, che si prende il tempo di attendere lì e non altrove i frutti del proprio lavoro: coltura e cultura “radicalmente” diversa da quella nomadica è quella della vigna, una sorta di patto nuziale tra l’uomo e la natura senza il quale non può nascere la “civiltà”.

ENZO BIANCHI, Il pane di ieri, Einaudi - 2008 - Torino - pp. 48-49

Sono vini autentici e produrli richiede fatica, sono espressioni della geniale operosità dell'uomo isolano costretto dalla natura ad accontentarsi di quanto l'ambiente gli offre.
L'isola è un mondo a sé nel quale le diverse tipologie di viti, presenti da tempi remoti, hanno sviluppato caratteri peculiari, adeguandosi miracolosamente ai vari climi e alle differenti situazioni geologiche.
Nelle isole minori questa selezione è stata ancora più dura, i risultati ancora più originali.
Questo progettoriguarda vini prodotti su piccole isole di tutto il Mediterraneo.
Segnaliamo: 
LA PIANA
  Aleatico Toscano Cristino

"Un sogno che diventa realtà (o almeno ci proviamo!)"

Alice Bollani

www.lapianacapraia.it


Segnaliamo:
COOP. CEPHALONIA
 Robola di Chepalonia
"Sui pendii del Monte Eno (Aenos) le vigne di Robola si estendono fino a 900 metri s.l.m..Il terreno è roccioso e calcareo, anzi in molti casi è proprio roccia ma abbastanza tenera perché le radici delle viti si possano insinuare in profondità alla ricerca di nutrimento."

Costas Bazigos
Segnaliamo:
MOLA
 Ansonica dell'Elba

"Dal 1956 coltiviamo circa 10 ha di vigneti fra i comuni di Porto Azzurro e Capoliveri. Dal 1994 abbiamo iniziato a rinnovare i vigneti per produrre vini con le varietà autoctone dell’isola, con specifica attenzione all’aleatico e all’ansonica come vitigni particolarmente vocati a produrre vini di pregio e di assoluta particolarità. La grande passione per il vino e per l’isola d’Elba ha sempre caratterizzato il nostro lavoro e ci ha permesso di rispettare la tradizione vinicola elbana."

Marco Pavoletti


www.tenutapavoletti.it


Segnaliamo:
 LE GREPPE
 Ansonica Costa dell'Argentario
"La Cooperativa Greppe del Giglio è nata con lo scopo di frenare l’abbandono in cui versa il territorio agricolo isolano.
Nonostante le gravi difficoltà che incontriamo sia nella coltivazione che nella commercializzazione del vino siamo fermamente convinti a continuare questo lavoro fino al riconoscimento della qualità dei prodotti locali: condizione determinante per una progressiva estensione delle greppe coltivate"

Enrico Centurioni
Segnaliamo:
 PZ SVIRĈE
 Placav Mediterraneo
Spazio a disposizione del produttore per commenti

www.pz-svirce.hr

Segnaliamo:
 CAN MAYMÓ
 Tinto Tradicion
"L’influenza dei fenici (8 secolo a.C.), dei greci e dei romani originò un’importante tradizione vinicola sull’isola di Ibiza.
Desde el siglo VIII a.C. la influencia de los fenicios, griegos y romanos, generó una importante tradición vinícola en las islas."
Antonio Costa

www.bodegascanmaymo.com

Segnaliamo:
 CENATIEMPO
 Biancolella Ischia Kalimera
"Il nostro vino si fa in collina.
E sul mare"

Segnaliamo:
HATZIGEORGIOU
 Limnia Ghi
Spazio a disposizione del produttore per commenti

http://www.chatzigeorgioulimnos.gr/en/

Segnaliamo:
TENUTA DI CASTELLARO
 Bianco Pomice

"Navigando in barca a vela nel Mediterraneo ci siamo imbattuti nelle sette perle delle Isole Eolie. Lipari in particolare ci ha colpito per la sua autenticità e qui abbiamo deciso di sviluppare, assieme a Salvo Foti, l’ambizioso progetto di Tenuta di Castellaro allevando viti ad alberello come gli antichi  e recuperando vitigni autoctoni in via di estinzione vinificandoli in una cantina alimentata energeticamente con una torre del vento. Un percorso che segnerà con una nuova avventura la storia della mia Famiglia."

Massimo Lentsch

www.tenutadicastellaro.it

Segnaliamo:
FERRANDES
 Passito di Pantelleria
"ll nome della mia isola deriva dall’arabo “Bint Ar-Riàh” e significa “figlia del vento”.
Il vento che viene da lontano allarga le vele e gli orizzonti mentali."

Salvatore Ferrandes

Segnaliamo:
 MORAITIS
 Paros Rosso

Aplotaria: chiamiamo così questo unico sistema di coltivazione che è particolare solo della nostra zona. La vite sull’isola è coltivata dal 3.500 a.C. e noi oggi abbiamo la fortuna di far crescere e proteggere alcune delle stesse varietà che producevano il vino.Tutta la nostra isola è adatta alla vite però le piante sembrano crescere meglio sui pendii delle piccole montagne che abbiamo qui. Forse l’incanto della vista del mare dall’alto dà loro la felicità di vivere anche con così poca acqua.

Manolis Moraitis

Segnaliamo:
 ANTICHE CANTINE MIGLIACCIO
 Biancolella
Segnaliamo:
 DOMAINE DE L’ILE PORQUEROLLES
Côtes De Provence
"Au Domaine de l’Ile la culture est exclusivement naturel: sans désherbant, engrais chimique ou insecticide."

Sébastien Le Ber

Segnaliamo:
 SALVATORE D’AMICO
 Malvasia delle Lipari

“Niente di male ben Vi assicura di questo nettare niente paura.”

Salvatore D'Amico

http://www.eolie.net/


"IL VINO BUONO NON È DI CHI LO FA, È DI CHI GLI SERVE IN QUEL MOMENTO"
Scopri il blog
Segnaliamo:
 COOP. VIT. Moscato di Samos Passito

Segnaliamo:
 TANCA GIOIA CARLOFORTE
 Bovale Ciù Roussou U Tabarka
Dopo una lunga navigazione a vela, con lo stesso coraggio e determinazione dei tabarkini, nel luglio del 2000 i fondatori danno il via alla realizzazione a Carloforte di Tanca Gioia, prima azienda vitivinicola dell’isola.

Giancarlo Perfetti

Segnaliamo:
 VIO GASTONE
Dorona

“Coltivare la Dorona è stata per noi un’esigenza vitale e scherzando ci dicevamo che dovevamo farlo perchè c’era questa laguna da colmare... ”

Gastone e Dariella


 
Segnaliamo:
 ARGYROS
Atlantis

“Spazio a disposizione del produttore per commenti... ”

http://www.estate-argyros.com

 

 
Segnaliamo:
HIBISCUS
Zibibbo Grotta dell'Oro

"L' azienda si trova sull’isola di Ustica dove vengono coltivati  vigneti che privilegiano varietà autoctone,  in piccoli appezzamenti delimitati da muretti a secco e siepi di fichidindia. Vinifichiamo solo le nostre uve, nell'unica cantina dell’isola. I vini esprimono fortemente la vicinanza al mare e il carattere del territorio di origine vulcanica, battuto dal sole e dal vento. Con coraggio e entusiasmo abbiamo deciso di tornare alla terra rilanciando con passione la tradizione vitivinicola familiare, esprimendo al meglio le potenzialità di un ambiente unico e inimitabile che fa del suo legame col mare la caratteristica principale.  I nostri vini si distinguono per un'evidente  sapidità e  mineralità ma gli animi più sensibili saranno capaci di coglierne anche la spontaneità e la generosità, che sono la nostra essenza nella vita e nel lavoro."

Margherita Longo e Vito Barbera

www.agriturismohibiscus.com

Sparse per il Mediterraneo vi sono tante altre realtà che potrebbero entrare in questo progetto: alcune isole della Turchia, altre della Dalmazia, altre della Grecia e, naturalmente, ancora qualche isola italiana.

Suggerimenti e segnalazioni sono graditi.


Client 1
Client 2
Client 3
Client 5
Client 4
Client 6